I principali tipi di analisi per il papilloma, caratteristiche della loro raccolta

Il papillomavirus o HPV è un microrganismo che ha dozzine di sottospecie. A seconda del ceppo virale di una persona, si verificano determinati cambiamenti nella pelle, nelle mucose e negli organi interni.

Gli HPV correlati ai sottotipi oncogeni sono particolarmente pericolosi, ovvero aumentano il rischio di sviluppare malattie maligne. Un'analisi tempestiva per il papilloma aiuterà a stabilire il ceppo del virus del papilloma e, di conseguenza, a ricevere un trattamento antivirale, che è anche la prevenzione del cancro.

Cause dell'HPV

Il papillomavirus umano è uno dei virus più diffusi al mondo.

Si ritiene che uno o più ceppi di questo microrganismo siano presenti in quasi il 90% della popolazione. Una così ampia diffusione dell'HPV è dovuta alla facilità della sua trasmissione.

Il virus si trasmette solo da persona a persona, ma in diversi modi. Il più elementare è sessuale e può essere il contatto sessuale tradizionale o orale o anale. L'HPV può essere trasmesso dalla madre al bambino durante il parto e dopo qualche tempo vengono spesso scoperti papillomi nella bocca e nella gola del bambino.

I papillomavirus vengono spesso trasmessi attraverso il contatto, cioè attraverso la pelle rotta o quando persone diverse utilizzano determinati oggetti personali. Il microrganismo mantiene perfettamente la sua vitalità in un ambiente umido e caldo, quindi dopo aver visitato un bagno o una piscina può facilmente diventarne il proprietario.

Alcune caratteristiche dell'attività sessuale aumentano il rischio di infezione. Questo è il suo esordio precoce, frequenti cambi di partner, malattie sessualmente trasmissibili, aborti nelle donne. Nella maggior parte dei casi, le donne vengono infettate sessualmente dall'HPV, che i medici associano alle caratteristiche anatomiche delle strutture dei loro organi genitali.

Il virus del papilloma non compare sempre immediatamente, di solito ci vogliono diversi mesi e anni prima che si manifesti sulla pelle e sulle mucose.

Diversi fattori provocatori sono responsabili dell'attivazione dell'agente patogeno, il cui gruppo comprende:

  • Indebolimento marcato del sistema immunitario. Ciò si osserva dopo gravi malattie infettive, dopo un trattamento prolungato con antibiotici e frequenti malattie respiratorie.
  • Gli effetti negativi dello stress psico-emotivo prolungato e frequente.
  • La presenza di malattie croniche dell'area genitale, organi urinari, apparato digerente.
  • avitaminosi.
  • Cattive abitudini: fumo a lungo termine, abuso di alcol.

L'attivazione del virus fa sì che si accumuli in grandi quantità in una specifica area del corpo o sulle mucose, modificando la struttura e la funzione delle cellule ivi localizzate. Il risultato di questo processo è la comparsa di verruche e papillomi.

Le verruche genitali che compaiono sui genitali esterni e, nelle donne, nella vagina sono particolarmente pericolose. Le escrescenze sulla pelle possono essere sia singole che multiple, spesso sono ferite, il che aumenta il rischio di degenerazione delle cellule normali in cellule atipiche.

Come e perché viene analizzato il papillomavirus umano?

molecole di papillomavirus umano

Quando i papillomi compaiono sul corpo umano, un dermatologo può sicuramente dire che c'è un virus nel corpo di questo paziente.

Ma affinché il trattamento sia il più efficace possibile, è necessaria una diagnostica di laboratorio per determinare il tipo di virus e la sua quantità nel corpo.

Quando si rilevano escrescenze papillomatose, è fondamentale determinare il ceppo HPV:

  • Sui genitali esterni, nelle donne nella vagina e negli uomini sul pene e sull'uretra.
  • Nella zona del collo e della bocca.
  • intorno all'ano.

L'analisi in questo caso consente di determinare se il virus appartiene a un gruppo oncogenico o non oncogenico.

Ciò consente al medico di prevedere l'esito della malattia e di prescrivere un trattamento che prevenga la probabilità di sviluppare una lesione maligna. È necessaria l'analisi per il papillomavirus umano e, se vengono rilevate lesioni precancerose, nelle donne si tratta di displasia o leucoplachia della cervice.

Un'analisi per i papillomavirus è raccomandata a ogni donna dopo 30 anni. Idealmente, dovrebbe essere ripetuto ogni tre o cinque anni. Un tale atteggiamento nei confronti della propria salute consente di rilevare lo sviluppo di cellule atipiche nelle prime fasi della loro comparsa.

Sono stati sviluppati vari metodi diagnostici per rilevare l'HPV nel corpo umano. Il paziente preleva sangue per analisi, raschiatura e striscio nelle donne dal canale cervicale e dalla cervice. Negli uomini, per l'analisi sono necessarie le cellule della membrana mucosa dell'uretra, il segreto della prostata.

Prima dell'analisi, si raccomanda di attenersi ad alcune regole. I pazienti di sesso maschile non devono urinare per un'ora e mezza. Una donna durante l'igiene serale precedente non dovrebbe fare la doccia e usare detergenti battericidi.

Se necessario, viene eseguita una biopsia se si sospetta l'HPV. Cioè, un piccolo pezzo di tessuto viene prelevato dall'area di trasformazione cellulare.

metodi diagnostici

I moderni centri medici hanno diversi metodi per rilevare l'HPV nel corpo umano. I più comunemente usati sono i seguenti:

  • PCR - reazione a catena della polimerasi. Questo metodo si basa sul rilevamento del DNA del papillomavirus umano, che consente di trovare questo microrganismo con quasi la più alta probabilità. Lo studio richiede fluidi biologici: sangue, saliva, urina, liquido amniotico o raschiamento dal rivestimento della cervice o dell'uretra. La diagnostica del DNA aiuta anche a determinare il tipo di microrganismo e il suo rapporto quantitativo al momento del campionamento.
  • Il test Digin è un'analisi moderna e altamente sensibile che consente di assegnare un virus a uno dei cento ceppi e determinarne l'oncogenicità. Per analizzare il papilloma, è necessario raschiare dalla vagina o dall'uretra. I risultati ottenuti sono interpretati da un medico. Il test Digin consente di rilevare la concentrazione del virus, che indica un alto rischio di degenerazione delle cellule alterate in cellule tumorali. Pertanto, questo studio è necessario per prescrivere il trattamento preventivo più efficace.

Se i risultati del test sono positivi o se i risultati sono discutibili, viene prescritta una seconda diagnosi. Ti consente di valutare i risultati del trattamento e determinare con precisione se una persona è infetta da HPV.

Ma anche con risultati negativi, ogni persona dovrebbe essere esaminata regolarmente, poiché l'infezione da virus è possibile in qualsiasi momento.

Caratteristiche dell'indagine tra le donne

Contattare un medico per il papillomavirus umano

La diagnosi del papillomavirus nelle donne ha le sue caratteristiche. Il più rivelatore è un raschiamento qualitativamente preso dalla zona dei cambiamenti visibili e dal canale cervicale.

Il materiale si ottiene con un pennello speciale, allo stesso tempo viene prelevato uno striscio per la citologia. In alcuni casi, per il campionamento può essere utilizzata una sonda medica universale. Il materiale non deve essere assunto durante le mestruazioni in quanto mostra risultati inaffidabili.

Solo la citologia viene assegnata ai pazienti di un ginecologo che non hanno ancora raggiunto l'età di trent'anni. Il rilevamento dell'HPV prima dei 30 anni non è significativo: si ritiene che l'infezione nei giovani proceda di nascosto.

Dopo 30 anni, viene prescritta la citologia insieme ai test per il papillomavirus. In questo momento, è importante non perdere il momento che indica la degenerazione delle cellule normali in cellule tumorali.

Il ruolo della genotipizzazione?

La genotipizzazione è la determinazione di laboratorio del tipo di virus. Tale studio ha diversi vantaggi, questi sono:

  • Rilevamento simultaneo di diversi ceppi virali.
  • Determinazione del grado di oncogenicità dell'HPV. Si pensa che il cancro cervicale si verifichi quando una donna ha i tipi di HPV 16 e 18.
  • La capacità di rilevare la reinfezione da un'infezione persistente (cronica) con test ripetuti.

L'identificazione di ceppi oncogenici consente al medico di scegliere il regime di trattamento che fornirà il massimo effetto antivirale sul corpo e preverrà lo sviluppo del cancro.

La rigenotipizzazione mostra l'efficacia della terapia, poiché non è possibile una reinfezione con lo stesso ceppo.

prezzo per le prove

Il costo del test per la presenza del papillomavirus umano nel corpo dipende dall'esame pianificato.

La diagnostica PCR convenzionale è poco costosa nella maggior parte delle cliniche. La stessa procedura con la determinazione di diversi tipi di virus e la loro presenza quantitativa nell'organismo è già più costosa. Il costo più alto del test Dijin.